Vendemmia 2015, Cardèto: “Tra le più belle degli ultimi dieci anni”

28.10.2015
La Cooperativa vitivinicola Cardéto traccia il bilancio per la vendemmia 2015. Un bilancio nettamente positivo che lascia presupporre che quella di quest’anno sarà sicuramente un’annata da ricordare. Complici soprattutto le favorevoli condizioni climatiche.

“La vendemmia appena conclusa – dicono dalla cantina – è stata tra le più belle degli ultimi 10 anni, con un clima perfetto e pochissimi fenomeni meteorici di rilievo. Le viti avevano un giusto carico produttivo, abbiamo avuto una maturazione perfetta con un’acidità ancora buona anche a fine raccolta”.
L’andamento climatico caratterizzato da una primavera che ha alternato precipitazioni abbondanti a giornate soleggiate e ventilate ha permesso, infatti, un’accelerazione della crescita del grappolo fra giugno e luglio. Il forte caldo registrato nei successivi mesi di luglio ed agosto ha arrestato lo sviluppo delle piante ma le abbondanti piogge di fine agosto hanno riportato le uve in condizione di perfetto equilibrio, capaci di esprimere vini con uno straordinario corredo aromatico grazie anche all’escursione termica degli ultimi giorni.
Anche dal punto di vista qualitativo Cardéto parla in positivo. “Ottima qualità quella di quest’anno tanto da far parlare molti di annata eccezionale. I vini sono molto buoni, ma con uve come quelle che ci hanno conferito i soci non poteva essere altrimenti”, aggiungono dalla cantina.
Questa vendemmia consentirà a Cardèto di poter produrre vecchie glorie come l’Arciato o il Cardeto bianco, potendo disporre di vini con struttura e polifenoli tali da poter affinare in legno. Ora, non rimane che aspettare con la stessa fiducia, anche la vendemmia del Donna Armida. L’aspettativa, ovviamente, è che sia anch’essa all’altezza dell’annata.